La corona di Re Salomone

Sento che è tempo di scrivere qualcosa che mi metterà in gioco profondamente, e sento che una volta presa la responsabilità di un blog non ci si può tirare indietro da ciò che è scomodo. In questo momento è scomodo parlare della situazione che tutti stiamo vivendo, ma continuare a non parlarne é una comoda vigliaccheria.

Quindi parliamone…

Parlarne come? Col cuore. Da un punto di vista personale e privato, che come tale è differente da ciò che sentono e pensano gli stessi membri di Inner Travel Agency, poiché ciascuno di noi è un “mondo” che sta sentendo e vivendo la situazione in modo differente. Quindi sia chiaro che é Silvia che parla, solo Silvia. Non ripeterò cento volte frasi come “secondo me” o “dal mio punto di vista” ma é davvero importante per me che ciò sia sottinteso, sarà il mio umile punto di vista che condividerò con voi sperando e augurandomi che abbiate idee e sentire diversi, simili, totalmente opposti, d’accordo, in disaccordo…insomma la ricchezza maggiore dell’umanità é la diversità. Non c’é nulla di più bello e arricchente delle differenze, quando sanno dialogare in pace. Quindi inizio con un grande “secondo me” e buone differenze a tutti!

Conoscete il mito di Re Salomone? Penso di si. Il re saggio, che portava il peso di una corona che non aveva voluto e che però si ritrovava sulla testa, e la gestiva con equilibrio e saggezza. Tutta l’umanità oggi porta sulla testa una CORONA, nessuno l’ha voluta se non l’Uno, il Divino, l’Universo in cui tutto si co-crea per ragioni spesso incomprensibili alla mente umana, ma sempre per uno scopo di crescita, di evoluzione e di apprendimento. L’umanità ha co-creato una situazione di grande disequilibrio, in cui l’ambiente, la salute personale (fisica, psicologica, emozionale, animica) le relazioni con gli altri, le abitudini, il modo di comunicare si sono ammalati. Questo é ciò che viviamo. Certi comportamenti hanno aiutato il processo, altri comportamenti hanno cercato di rallentarlo o fermarlo, chi ha messo in atto i comportamenti ha avuto le proprie motivazioni e secondo l’equilibrio yin yang ha svolto un ruolo nella co-creazione del presente. Ogni organismo se perde l’equilibrio tra le sue parti si ammala.

Chi ha aiutato il processo che ci ha portato alla situazione presente? Piuttosto che chiedersi “chi” é interessante chiedersi appunto “quali comportamenti” poiché nessuno é così integro e lineare come appare. I comportamenti che ci hanno condotti a ciò che stiamo vivendo sono tantissimi: dallo sfruttamento selvaggio delle risorse naturali da parte delle multinazionali al banale “oggi non faccio la raccolta differenziata” perché non ho voglia e non ho tempo; dalle grandi compagnie che hanno spostato tutto il commercio sul web azzerando migliaia di posti di lavoro al banale “ma si, lo compro su internet così me ne sto sul divano”; dalla diffusione di notizie false da parte dell’informazione di massa al banale “mi leggo un tweet e sono convinto di essere informato in 5 minuti e senza sforzo” da chi ha spostato la comunicazione sui social per fare soldi a palate come Zuckerberg e Gates a chi dice “non hai watsapp, non posso contattarti” da chi mette in commercio farmaci non adeguatamente testati e con devastanti effetti collaterali al banale “devo lavorare, non posso essere depresso prendo una pillolina” dal commercio di cibo di plastica senza nutrienti al banale “ho fretta, faccio un salto al fast food” e così via…così via…comportamenti che tutti più o meno, almeno una volta abbiamo avuto nel piccolo, nel privato, collegati a movimenti più grandi.

Come in alto così in basso, come sopra così sotto riporta la Tavola di Smeraldo del grande alchimista Ermete Trismegisto, o per dirla con un poeta come DeAndré Per quanto voi vi crediate assolti siete lo stesso coinvolti. A me piace tenerlo ben presente, prima di puntare il dito soltanto su ciò che è fuori dal mio controllo e di cui non mi sento responsabile, come l’azione di una grande multinazionale, e prendermi invece la responsabilità dei miei comportamenti nelle piccole cose, osservarli, e cercare di migliorarli per contribuire meglio all’equilibrio generale e alla salute generale, sapendo che farò dei compromessi, che non riuscirò ad essere integra in ogni aspetto della vita, dal detersivo al telefono ai pensieri positivi costanti e che accetterò le mie contraddizioni, gli errori e le cadute.

Chi ha cercato di rallentare il processo e cerca ancora, con coraggio? Quali comportamenti? Comprare dai piccoli produttori, comprarsi cibi sani e naturali, curarsi partendo dall’alimentazione e dalle cure naturali ricorrendo ai farmaci solo quando è indispensabile, essere consapevoli dei propri pensieri ed emozioni e quando sono negativi accoglierli e lavorarci su, boicottare i grandi colossi dell’economia e della comunicazione con piccoli gesti come rinunciare a qualche comodità o saper dire “no grazie” a cose che per gli altri sono indispensabili, lavorare a tenere pulito il proprio campo elettromagnetico staccando la connessione, facendo meditazione e muovendo il corpo, dire “no” dire “basta” a tante cose che riteniamo ormai abitudini, affrontando quanto scompiglio questo può portare nelle nostre vite, nelle nostre relazioni, quanta energia richiede. Eppure si può, almeno in gran parte delle scelte piccole e quotidiane. Non mi dilungo, so che sapete di cosa parlo e so quanta paura fa metterlo in pratica davvero, giorno dopo giorno.

E detto ciò torniamo alla nostra CORONA, che il grande equilibrio, la co-creazione ha generato. Personalmente le domande che mi faccio non riguardano chi o che cosa l’Uno ha scelto come strumento per la diffusione di questa cosa, chi o che cosa ne é responsabile ma piuttosto: Cosa posso imparare? e anche Di che cosa si sta davvero ammalando l’umanità? e Come posso mantenermi Libera e Sana? Sento che la cosa più onesta che posso fare in questo articolo e in questo blog perciò sia condividere con voi…

Le domande che mi faccio e le risposte che mi do:

Pensi che il virus esista? SI

Pensi che qualcuno abbia creato di proposito questo virus? NON LO SO e NON IMPORTA, se l’Uno ha permesso che si manifestasse lo ha fatto per uno scopo evolutivo e di crescita, qualcuno ha assunto il ruolo di metterlo in giro o si é messo in giro da sè.

Pensi che qualcuno abbia colto la palla al balzo e abbia interesse, nel qui e ora a diffonderlo e diffondere la paura? SI

Chi? Le multinazionali e i governi mondiali (sudditi delle multinazionali) che hanno tutto l’interesse a tenerci malati, impauriti e separati gli uni dagli altri, divisi e arrabbiati gli uni con gli altri così compriamo cibo da asporto, ce lo mangiamo in casa da soli e stiamo attaccati ai nostri cellulari e loro ci guadagnano e ci governano facilmente perché siamo deboli isolati e senza scopo.

Pensi che ci sia chi sta strumentalizzando la situazione anche sul versante “complottista”? SI

Chi? Tutti coloro che hanno interesse a generare separazione, attrito, odio e estremismi, a diventare dei “Guru” e a fare proseliti.

Segui qualche corrente, associazione, movimento, leader, opinionista in questo momento? NO

Perché? Mi piace pensare con la mia testa e sentire col mio intuito. Leggo articoli scientifici e conosco la storia, i suoi cicli, i suoi corsi e ricorsi.

Credi che la Terra sia piatta? NO!!!

Credi che siano gli extraterrestri a tirare le fila della situazione presente? NO! ma anche se fosse? Chi se ne importa? Il grande equilibrio é intelligente, sa ciò che fa e tutti gli esseri sono solo suoi canali.

Cosa puoi imparare per la tua evoluzione personale in questa situazione? A rispettare le paure di tutti, compresa la mia, a gioire della vita, nonostante tutto, a ricordarmi che siamo UNO con tutto ciò che ci circonda e che co-creiamo la realtà. A ricordarmi che tutti gli esseri vogliono la gioia e temono la sofferenza.

Di cosa siamo davvero ammalati in questo momento? DI PAURA

Porti la mascherina? Solo quando il mio buonsenso mi dice che é necessaria o quando voglio rispettare la paura di qualcuno. Non intendo soffocare nella mia stessa anidride carbonica e respirare i miei stessi batteri per più di un ora al giorno.

Cosa pensi di chi sente e pensa in modo diverso dal tuo? Che ne ha il diritto, e che io ho il diritto di scegliere se esprimere il mio pensiero o no, che non devo fare prediche e non ne voglio subire. Che si può parlare d’altro. Che ognuno co-crea con l’ambiente la propria realtà e vive in essa.

Continui a vivere la tua vita? SI, anche in questo momento si può VIVERE non solo arrangiarsi a sopravvivere! personalmente continuo a viaggiare, fare scambio casa, vedere gli amici, godermi la natura e lavorare. Abbraccio chi vuole e non ha problemi a farlo, non abbraccio chi non vuole. Evito alcune destinazioni di viaggio, ne tengo altre, evito alcuni luoghi, ne frequento altri.

Pensi che ti ammalerai? DI CORONA NO, DI PAURA SI, sono già ammalata, anche se non grave (e mi sto curando).

Perché pensi che non ti ammalerai di corona? Per due ragioni: innanzi tutto credo che la salute nasca da fattori che predispongono o meno il corpo fisico ad essere attaccato da una malattia. Non credo che una malattia si prenda “a caso”. In secondo luogo sono convinta che la diffusione del virus e le percentuali dei contagiati che vengono comunicate dall’informazione di massa siano false e gonfiate ad arte, é facilissimo manipolare i dati statistici per dimostrare qualunque cosa si abbia interesse a dimostrare. Non credo che il problema sia grande e diffuso come ci viene fatto credere, mi sono sentita molto più a rischio di contrarre la malaria in India!

Hai fatto il tampone o il sierologico almeno una volta? NO

Cosa rispondi a chi ti dice che potresti essere portatrice asintomatica e non saperlo? Che può stare alla distanza da me che lo fa sentire più tranquillo e mi fa felice che lo faccia. Tutti hanno il diritto sacro di auto proteggersi come meglio credono.

Ti provoca frustrazione se una persona cara non si fa avvicinare da te o non ti fa entrare in casa per via delle tue scelte? NO, prima o poi tutto questo passerà e potremo abbracciarci ancora, ma mi manca a volte non sentire la sua pelle vicino alla mia, o il suo odore.

Sei preoccupata per i tuoi cari? SI, soprattutto per quelli che so essere in una condizione psichica, emotiva o animica che predispone al manifestarsi di malattie. Ho tanta paura di perderli e convivo come posso col senso di impotenza.

Farai il vaccino? NO!!!

Pensi che questo vaccino sia dannoso? SI

Perché? Perché é un’occasione per iniettare nelle persone altre sostanze che contribuiranno, assieme al 5G, e in combinazione con le onde che esso emette, a indebolirci e controllarci (ci sono ormai molti validi studi scientifici al riguardo)

Pensi che tutti i vaccini siano dannosi? NO molti vaccini del passato hanno salvato vite, il guaio é che oggi vengono usati come strumento per iniettare sostanze dannose.

Pensi che verremo obbligati a vaccinarci? NO

Pensi che verremo indotti a vaccinarci volontariamente? Si

In che modo? facendo leva non solo sulla paura, ma su tutti i diritti che verranno progressivamente tolti a chi non si vaccina (accesso a luoghi come scuole, mezzi di trasporto, luoghi di culto, accesso a documenti fondamentali come il passaporto, accesso ai posti di lavoro)

Se questo si verificherà ti vaccinerai volontariamente? NO

Cosa farai? Lotterò per i miei diritti, per la mia libertà, assieme a molte altre persone.

Fai errori? SI

Quali? Tanti! Soprattutto: quando sono giù di energia e di umore e mi irrito, sono sgarbata o irrispettosa, giudicante o predicante con chi la pensa diversamente da me su ciò che stiamo vivendo. In quei momenti voglio imparare a stare in silenzio e poi appena mi é possibile a cercare il conforto di chi naturalmente sente in un modo più vicino al mio, lasciando in pace chi sente diversamente.

Hai paura? SI

Di cosa? Che tutto questo ci metta l’uno contro l’altro, che iniziamo a pensare per estremi e ci separiamo, che ci giudichiamo l’un l’altro, che ci dimentichiamo che possiamo imparare molto da tutto questo e ci chiudiamo nella paura, nella disperazione e nella rabbia, che le nostre relazioni più intime e importanti risentano delle nostre differenze perché non riusciamo a parlare in pace o a mantenere un rispettoso silenzio. Che le persone a cui voglio bene si ammalino.

Come ti stai curando dalla paura? Con cibo sano e che mi dia gioia, adeguate ore di sonno, pensieri positivi ma anche stando in contatto con quelli negativi e accogliendoli, utilizzo strumenti e tecniche quali yoga, reiki, meditazione vipassana, sto a contatto il più possibile con tutte le forme d’arte, uso la creatività, cucino, faccio passeggiate in natura, uso prodotti per la pelle naturali, cerco di costruire relazioni sane con le persone che amo, limito le ore al pc e utilizzo un vecchio cellulare che non ha internet, non ho la TV, mi lavo, frequento ambienti puliti e armoniosi, vado a piedi, uso fitoterapia, omeopatia e ogni tanto un farmaco allopatico per il mal di testa. Rido, prego per le persone care, AMO.

Hai coraggio? SI

Quale? Il coraggio di sentire che tutto questo passerà e che ne usciremo più forti e consapevoli. Il coraggio di CREDERE ancora e nonostante tutto NELLA BONTA’ INTRINSECA DEGLI ESSERI UMANI e nella loro capacità di crescere ed evolvere, guidati dall’Anima.

Grazie di avermi letta. Ricordiamoci che oltre ad avere una corona in testa abbiamo anche uno scettro, quello del cuore!

vi abbraccio,

Silvia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close